IL VOLONTARIO...
 

"Voglio rivolgere anche a voi Italiane e Italiani un appello, senza retorica, che sorge dal mio cuore…, qui non c'entra la politica, qui c'entra la solidarietà umana, tutti gli Italiani e le Italiane devono sentirsi mobilitati per andare in aiuto di questi fratelli colpiti da questa sciagura".

Con queste parole, l'allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini si rivolse agli italiani in occasione del terremoto dell'Irpinia, denunciando i ritardi nel portare i soccorsi che quell'evento calamitoso così disastroso, richiedeva.

E' da situazioni come queste, l'alluvione di Firenze nel 1966, il terremoto in Friuli ed in Irpinia, che prende le mosse il volontariato di protezione civile, divenuto oggi un fenomeno nazionale. In quelle circostanze si capì che a mancare non era la disponibilità della gente, affluita a migliaia da ogni parte del paese per dare una mano, bensì un sistema pubblico organizzato che sapesse impiegarla e valorizzarla.

Così è iniziata l'ascesa del volontariato di Protezione civile, espressione di una moderna coscienza collettiva del dovere di solidarietà, unite dal comune senso dell'urgenza di soccorrere chi ha bisogno, con la professionalità di cui oggi ciascun volontario è portatore.

Quando nel 1992 fu istituito il Servizio Nazionale della Protezione civile, anche alle organizzazioni di volontariato è stato espressamente riconosciuto il ruolo di struttura operativa nazionale, parte integrante del sistema pubblico, allo stesso livello delle altre componenti istituzionali, come il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, le Forza Armate, il Corpo Forestale dello Stato.

Immagine tratta dalla galleria 'Missione Donnas' - Volontari della Protezione civile AVCP Cave (Roma)


 

L'obiettivo è quello di creare in ogni territorio un servizio di pronta risposta alle esigenze della protezione civile in grado di operare integrandosi con gli altri livelli di intervento previsti nell'organizzazione del sistema, valorizzando le forze della cittadinanza attiva ed organizzata presente in ogni comune d'Italia, in piena integrazione con le forze istituzionali presenti sul territorio.

All'interno delle organizzazioni di volontariato esistono tutte le professionalità e tutti i mestieri; questo mix è una risorsa fondamentale soprattutto nelle grandi emergenze. Alcune organizzazioni hanno scelto la strada di una specifica competenza, come i gruppi cinofili e subacquei, radioamatori, gli speleologi, l'antincendio boschivo.